La pizza è buona e fa bene: ecco Pascalina! - The Fancy Taste
222
post-template-default,single,single-post,postid-222,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-14.3,qode-theme-the fancy taste,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

La pizza è buona e fa bene: ecco Pascalina!

La pizza è buona e fa bene, si sa, ed eccola qui la più salutare di tutte: la pizza Pascalina.

Conosciuta in tutto il mondo per il buon cibo Napoli ospiterà l’VIII edizione del Pizza Village, un evento che vede protagonista, come suggerisce il nome dell’evento, la pizza, piatto tipico della cucina napoletana.

Questo evento, ormai divenuto una grande festa popolare ha raggiunto dimensioni sempre maggiori, tra le più grandi d’Europa. Il Napoli Pizza Village è un progetto ambizioso che aspira a rappresentare un efficace momento di promozione globale del territorio attraverso uno dei simboli per eccellenza dell’italianità in tutto il mondo: la pizza.

Special guest sarà lei, ma la vera novità di quest anno sarà la Pizza Pascalina, buona e previene il cancro: realizzata con l’Istituto tumori di Napoli.

Questa pizza sarà presentata durante l’evento, nata da un progetto dell’Istituto dei Tumori di Napoli Fondazione Pascale, che mira alla diffusione di un comportamento sano e attento ad una corretta alimentazione.

La Pizza Pascalina – grazie ai suoi ingredienti – può essere consumata come pasto principale anche due volte a settimana ed è stata inserita nella Piramide Alimentare Pascaliana come elemento consigliato.

Grazie allo studio di gruppo di esperti di diverse discipline che mette d’accordo ristoratori, produttori, consumatori, e ricercatori per un unico obiettivo, di salvaguardia della salute .

La si potrà assaggiare al Napoli Pizza Village, in programma a Napoli dal 1° al 10 giugno, il cui convegno inaugurale evidenzierà i contenuti scientifici di questo progetto.

Ed ovviamente, non mi dimentico di voi amici gluten free, a questa manifestazione non potrà mancare un forno dedicato a noi celiaci, quest anno si riconferma la presenza dell’acclamata pizzeria beneventana Il Guappo Amoriello. Pizzeria storica, rinomata per il senza glutine è da anni un punto di riferimento in Campania non solo per la sua pizza, ma anche per i dolci.

Che la pizza fosse buona questo lo sapevamo già, senza glutine, integrale, di farina tipo 1 o 00 non cambia, ma che facesse così bene forse non ne eravamo ancora sicuri.
Allora cosa state aspettando per venire ad assaggiarla?
O magari a farla in casa?

Cosa ne pensate? Fatemelo sapere, e soprattutto fatemi sapere se sarete presenti a questo magnifico happening dedicato alla pizza!

Ps qui la ricetta e le dosi per prepararla 🙂

Farina (160g), friarielli campani/cime di rapa (120g), pomodorini di Corbara o San Marzano (120g), olive di Caiazzo (30g), noci (20g) ed olio extra vergine d’oliva del Cilento (30g), aglio e peperoncino.

Nessun commento

Lascia un commento

Seguimi su Instagram